Vai al contenuto

QUALI SONO I BENEFICI DELLE BACCHE DI GOJI SUL NOSTRO CORPO?

    Bacche di goji: i benefici di un elisir che allunga la vita!

    Meglio note come il “frutto della longevità”, le bacche di goji sono un vero elisir dalle numerose proprietà benefiche per la salute grazie alle loro proprietà nutrizionali e medicamentose.

    A rendere questa bacca davvero speciale, sono gli LBP (Lycium Barbarum Polysaccharides), ovvero dei preziosi polisaccaridi presenti solo nelle bacche di goji (ne costituiscono il 31% del peso) che, secondo le ricerche, svolgono un’azione antiossidante e di potenziamento delle difese immunitarie

    Vada quindi l’importanza delle bacche di goji: ma i benefici? Perché fanno così bene?
    Vediamoli insieme.

    Da dove provengono le bacche di Goji?

    Dal sapore dolce-amaro, che ricorda un po’ quello del mirtillo e dell’uva passa, questi piccoli frutti rossi dalla forma leggermente allungata arrivano sul mercato italiano principalmente essiccati, poiché vengono coltivati soprattutto in Tibet e in Cina, crescendo ad altitudini che possono arrivare fino a 3000 metri.  

    Negli ultimi anni però anche l’Italia è diventata un paese produttore di bacche di goji. Questo tipo di bacca per crescere ha bisogno di un clima soleggiato e di un terreno asciutto e dopo alcune sperimentazioni si è capito che il Sud Italia era la zona più adatta dove coltivarla.Ancora però la coltivazione italiana non è in grado di coprire del tutto la domanda di questi piccoli frutti e per questo l’importazione rimane tuttora una strada necessaria.

    Quali sono le proprietà delle bacche di goji?

    Nonostante la loro dimensione ridotta, le bacche di goji sono diventate un superfood, dato che al loro interno si trova un mix concentratissimo di mineralivitamineantiossidanti e altri nutrienti molto importanti per l’organismo. Ecco quali sono:

    • Vitamine: le bacche di goji contengono vitamine AB2C ed E che aiutano l’organismo a rinforzare le difese immunitarie, a difendersi dall’azione dei radicali liberi e garantiscono il benessere di ossa e denti.
    • Oligoelementi: i principali sono il selenio, il calcio, il cromo, il potassio e il ferro utili per il benessere della muscolatura e delle nostre funzioni cognitive.
    • Acidi grassi: questi frutti sono ricchi anche di omega 3 e che aiutano a contrastare stati di pressione e trigliceridi alti, costituiscono le membrane cellulari e i tessuti nervosi e degli occhi e aiutano le funzionalità cerebrali.
    • Altri nutrienti: altri principi attivi molto importanti sono l’acido linoleico, numerosi carotenoidi, almeno 18 amminoacidi e la riboflavina.

    Come assumere le bacche di goji?

    Sebbene non siano frutti tipici dell’Italia, le bacche di goji arrivano nel nostro paese sotto varie forme per soddisfare le esigenze di tutti:

    • Bacche essiccate: sono molto comuni da trovare, ma la loro qualità non è tutta uguale. Per mantenere intatte tutte le loro proprietà devono essere conservate in degli involucri che schermino i frutti dal calore in modo da evitarne il deterioramento. È preferibile quindi scegliere delle confezioni ermetiche e richiudibili non trasparenti. Ne sono un esempio le bacche di goji Erbavoglio.
    • Integratori: sono il formato più pratico per usufruire di tutti i benefici di questi frutti perché possono essere portati ovunque, sono infatti pratici e comodi anche in viaggio, come l’integratore in capsule Specchiasol alle bacche di goji o le capsule goji Erba Vita.
    • Succo: è importante sceglierlo purissimo e senza zuccheri aggiunti. Può essere assunto da solo oppure diluito in un bicchiere d’acqua e la dose giornaliera consigliata è di circa 4 cucchiai. Un esempio di questa tipologia di prodotto è il succo di goji e aloe vera Specchiasol che contiene succo di aloe vera e succo di bacche di goji, ne bastano due misurini puro o diluito nell’acqua.

    Bacche di goji: qual è la dose giornaliera consigliata?

    Capire quale sia la dose giornaliera con cui assumere le bacche di goji è importante per non cadere nel sovradosaggio: i superfood infatti sono pieni di qualità portentose ma eccedere potrebbe causare l’effetto contrario, ovvero dare dei problemi di salute.

    Per questo motivo per le bacche secche se ne consigliano tra i 15 e i 30 grammi mentre per il succo un misurino da 20 ml. Per quanto riguarda gli integratori invece segui le dosi scritte sulla confezione oppure quelle raccomandate dal tuo medico.

    Le bacche di goji hanno controindicazioni?

    Si, ci sono alcuni casi in cui se ne sconsiglia l’assunzione o comunque di consumarle in modo controllato.

    Dovrebbero evitare di mangiare le bacche di goji le persone allergiche alle Solanacee (ovvero ai pomodori, alle melanzane, patate e peperoni) in quanto anche questa bacca appartiene a questa famiglia di piante.

    Ovviamente anche chi segue particolari cure farmacologiche dovrebbe parlarne prima col proprio medico soprattutto nel caso di cure anticoagulanti, cure per la pressione alta e per il diabete. In questo caso le controindicazioni delle bacche di goji potrebbero essere soprattutto quelle di vanificare l’effetto dei medicinali.

    In gravidanza durante l’allattamento è consigliabile consumare moderatamente queste bacche e in ogni caso sarrebbe bene parlarne col medico di base.

    Contattaci per avere maggiori informazioni su proprietà benefiche e controindicazioni delle bacche di goji nonchè sui prodotti a base di questi piccoli frutti.