Vai al contenuto

MRNA: COS’È E PERCHÉ CI RENDE IMMUNI?

    Dubbi sull’efficacia? Ecco cos’è e come funziona il vaccino mRNA

    Stai ancora riflettendo sulla possibilità di vaccinarti contro il Covid-19, oppure devi effettuare la dose booster e vuoi raccogliere maggiori informazioni sulla tecnologia mRNA? 

    Non essendo ancora ampiamente diffusa, ha destato non pochi dubbi e molte discussioni sull’efficacia e la sicurezza dei vaccini anti covid, nonostante la ricerca in questo campo sia ormai in corso da una decina d’anni, a livello mondiale. 

    Andiamo allora a fare un po’ di chiarezza. 

    Cos’è un vaccino? 

    Il vaccino è un preparato biologico che consente di ottenere l’immunità nei confronti di un agente patogeno, inducendola artificialmente attraverso, appunto, la vaccinazione: questa, prevede la somministrazione, tramite, un’iniezione o per via orale, di una preparazione antigenica. 

    Esistono varie tipologie di vaccino, come ad esempio quello per il morbillo e la rosolia, che è un vaccino vivo attenuato, o quello per l’epatite A, che è un vaccino inattivato. 

    Negli anni 2000 poi, sulla base di diversi studi incoraggianti, BioNTech e Moderna hanno preso in considerazione la piattaforma mRNA per  lo sviluppo di vaccini contro agenti patogeni infettivi, soprattutto dopo i tanti fallimenti dei vaccini convenzionali (come l’HIV-1, il virus dell’herpes simplex e il virus respiratorio sinciziale).

    Il risultato? Fu subito chiaro quanto i vaccini a mRNA soddisfino i requisiti di un vaccino clinico idealesicuro, versatile e di veloce disegnoprogettazione e produzione, anche su larga scala

    Come ben sappiamo, la ricerca sui vaccini a mRNA ha raggiunto il suo picco tre anni fa, in tempi non sospetti.

    Cosa s’intende con mRNA?

    La sigla “mRNA” sta per “acido ribonucleico messaggero” che l’organismo umano produce naturalmente per sintetizzare proteine d’importanza vitale.

    vaccini Covid-19 a mRNA approvati, utilizzano proprio le molecole di acido ribonucleico messaggero, le quali contengono le “istruzioni” che permettono alle cellule della persona vaccinata di sintetizzare e bloccare le proteine Spike, una tipologia di proteina di superficie caratteristica dei virus SARS-CoV-2, che agisce come una chiave, permettendo al virus l’accesso e la riproduzione nelle cellule al virus.

    Ecco come funziona un vaccino mRNA

    Il vaccino mRNA fornisce all’organismo informazioni sul Coronavirus (ecco il significato di mRNA messaggero) per permettergli di produrre proteine virali che stimolano il sistema immunitario a produrre anticorpi specifici che bloccano le  proteine Spike del virus e ne impediscono l’ingresso nelle cellule.

    Al primo contatto con il virus il sistema immunitario si attiva più velocemente, rendendolo subito innocuo e impedendo l’insorgere della malattia.

    È importante sottolineare che i vaccini mRNA non utilizzano virus attivi, non possono provocare la malattia Covid-19 o altre alterazioni genetiche: le molecole di mRNA sono inserite in microscopiche vescicole lipidiche che ne permettono l’ingresso nelle cellule. 

    L’mRNA del vaccino, inoltre, non resta nell’organismo e si degrada poco dopo la vaccinazione.

    Il vaccino mRNA è sicuro sui bambini?

    Gli effetti della vaccinazione sul sistema immunitario dei bambini potrebbero essere diversi, probabilmente ancora maggiori. Infatti, secondo una prima recente sperimentazione della Pfizer BioNtech, il vaccino a mRNA è sicuro ed efficace nel generare una difesa immunologica anche nei più piccoli, dai 5 agli 11 anni.

    Quanto dura l’immunità da Covid-19?

    L’immunità al Covid-19 può essere indotta dall’infezione o dalla vaccinazione.

    Ma cosa s’intende con immunità? Una certa protezione contro la reinfezione e un rischio ridotto di gravi conseguenze cliniche. Sulla base di recenti studi, possiamo affermare che gli individui adulti positivi in via di guarigione, hanno circa il 90% di protezione dalla reinfezione dopo 150 giorni

    La vaccinazione, invece, è efficace in modo diverso a seconda dei vari momenti: fin dall’inizio si è visto che le persone immunizzate contro il COVID-19 perdono la metà dei loro anticorpi dopo 3 mesi, quindi di conseguenza, i vaccini che inizialmente offrono una protezione del 90% sarebbero efficaci solo al 70% dopo 6 o 9 mesi.

    Comunque, malgrado un costante declino dei livelli di anticorpi nelle persone vaccinate, i vaccini COVID-19 non perdono completamente la loro forza: infatti, anche se non proteggono dal contagio, tengono sotto controllo le forme più gravi di malattia e continuano a proteggere, evitando il ricovero in terapia intensiva e la morte.

    Ora che hai più informazioni sui vaccini mRNA puoi prendere consapevolmente la tua decisione, ma ricorda di seguire sempre le disposizioni di sicurezza, ovvero indossare la mascherina quando necessario, igienizzare spesso le mani e mantenere quanto più possibile la distanza interpersonale

    Sullo shop online di Farmacia Uno trovi le mascherine FFP2 e il gel disinfettante mani in flacone, presidio medico chirurgico. 

    Se dovessi aver bisogno di informazioni e consigli, non esitare a contattare uno dei nostri farmacisti.