Vai al contenuto

COME ALLEVIARE I SINTOMI DELLE ALLERGIE PRIMAVERILI

    Come evitare che le allergie primaverili rovinino le nostre giornate?

    Le allergie primaverili possono essere molto fastidiose: starnuti continui, occhi gonfi, naso che prude e mal di testa sono solo alcuni dei sintomi che affliggono chi soffre di rinite allergica. Da aprile a giugno, complice il circolo continuo di pollini nell’aria, la situazione può farsi insostenibile. Per fortuna c’è la possibilità di alleggerire il fastidio ed evitare così che un’allergia rovini la bella stagione.

    Rimedi utili per contrastare le allergie primaverili

    Le allergie primaverili, scatenate da pollini di fiori, piante ed erbe, devono essere valutate da uno specialista allergologo tramite test specifici: una volta accertato che si tratta di allergie, vanno trattate o con un vaccino adeguato o con farmaci che ne riducano l’intensità.

    L’allergologo, dopo aver visionato anche gli esami del sangue, consiglia il paziente sulla soluzione più adatta nel suo caso. Ci sono diverse persone che si trovano però a convivere con allergie primaverili non riconosciute o non trattate, magari sottovalutate o non curate nel modo giusto. Come fare allora per alleviare i sintomi?

    Repulisti dai pollini

    L’unica soluzione realmente utile è -se possibile- stare in casa nelle ore più calde, a finestre chiuse: se questo non è possibile, vi consigliamo di non spostarvi in motorino o in auto con i finestrini aperti e di pulire i filtri dell’aria condizionata della macchina. Inoltre quando tornate a casa cambiatevi completamente, fatevi una doccia lavando anche i capelli e lavate gli abiti che indossavate: così facendo eviterete di portare anche in casa gli odiati pollini.

    Allearsi con alcuni cibi

    Ci sono poi degli alimenti che aiutano nella lotta alle allergie primaverili: mele, carote, uva, alimenti ricchi di omega 3 e cereali senza glutine inibiscono il rilascio di istamina, la proteina che si comporta da mediatore chimico dell’infiammazione e che viene prodotta dal nostro organismo quando è a contatto con un allergene. Sono alimenti che stimolano invece la produzione di istamina formaggi e salumi, pesce, pomodori, fragole e cioccolato, che vanno quindi evitati dagli allergici.

    Ricorrere ad alcuni medicinali

    I medicinali da assumere per alleviare i sintomi delle allergie primaverili sono detti antistaminici: in passato venivano utilizzate sostanze come clorfenamina, l’idrossizina e la prometazina, che però inducevano sonnolenza e rilassamento, mentre ora esistono medicinali di seconda generazione, a base di cetirizina, la loratadina e la fexofenadina che non provocano questi effetti.

    In farmacia possiamo trovare soluzioni sotto forma di compresse o spray nasali antistaminici: un molto utilizzato è il prodotto Flexallegra indicato sia per adulti e bambini, utile per il trattamento della rinite allergica. Anche lo spray nasale Rinazina è in grado di ridurre temporaneamente i sintomi senza effetti collaterali importanti.

    È sempre il caso di avvertire il medico curante quando si decide di prendere un medicinale antistaminico, per farsi consigliare tempi, modi e dosaggi.