A cosa servono gli integratori per la menopausa?

Gli integratori per la menopausa possono essere dei validi alleati per risolvere quei fastidiosi sintomi che spesso di presentano in questo particolare periodo della vita della donna.

Integratori per la menopausa: quando è opportuno assumerli?

Mal di testa, vampate di calore, sudorazione notturna, ansia, insonnia, stanchezza e dolori articolari? Sono tutti sintomi dell’arrivo della menopausa. Per una donna, oltre questi numerosi disturbi fisici, la menopausa implica uno stravolgimento anche della sfera emotiva e psicologica e, a livello biologico, significa la fine della fertilità: si assiste infatti a un considerevole calo di produzione di estrogeni e progesterone, ovvero gli ormoni sessuali femminili, da parte delle ovaie.

Inoltre, si possono sviluppare delle carenze di vitamine e sali minerali che, in caso diventino importanti, possono essere risolte ricorrendo all’uso di alcuni integratori per la menopausa per cercare di fornire all’organismo tutte le sostanze di cui ha bisogno.

Le principali carenze alimentari della menopausa

Mediamente l’età in cui una donna entra in menopausa è intorno ai 51 anni. Tuttavia, per poterla definire realmente menopausa è necessario attendere un anno dall’ultimo ciclo mestruale. Durante questa fase si possono facilmente sviluppare delle carenze nutrizionali, che riguardano principalmente la mancanza di calcio e di vitamine D, B12 e B6, per questo è importante assumere degli integratori per la menopausa. Ma cosa comporta la carenza di queste vitamine e sali minerali?

Carenza di calcio : i livelli di calcio nel nostro organismo sono regolati da un equilibrio endocrino. Quando la donna entra in menopausa smette di produrre estrogeni, ormoni responsabili del benessere dell’osso. Durante il periodo di fertilità, gli estrogeni hanno una  funzione protettiva dell’ossoe sono responsabili del ricambio di tessuto osseo, che ha come principale componente il calcio.

Carenza di Vitamina D e Vitamina B6: la vitamina D è fondamentale per favorire l’assorbimento del calcio e, inoltre, regola la quantità di questo minerale presente sia nelle ossa che nel sangue. La vitamina B6 invece serve a regolare l’attività degli ormoni e a combattere la stanchezza data dalla menopausa.

Carenza di Vitamina B12: questa vitamina serve a sostenere l’attività cerebrale e a combattere il calo della memoria e delle funzioni cognitive causato dall’ avanzamento dell’età.

Quali integratori per la menopausa scegliere?

Per ostacolare le carenze alimentari legati alla menopausa è opportuno assumere degli appositi integratori. Infatti, tra i principali problemi legati alla menopausa troviamo l’osteoporosi legata anche alla fragilità delle ossa, che con l’avanzare dell’età aumenta. A tal proposito, è proprio la mancata produzione degli estrogeni che si che l’osso rimanga sprovvisto di questa funzione protettiva e regolatrice: per questo molte donne in menopausa tendono a soffrire di osteoporosi. Un prodotto che può aiutare ad alleviare questo disturbo è l’integratore Naturaterapia di Aboca, che serve ad apportare i giusti dosaggi di calcio all’organismo. Inoltre, quando si assumono degli integratori per la menopausa sarebbe bene sceglierne anche uno di vitamina B12 come per esempio l’integratrote Betotal Advance.

Gli integratori per la menopausa, così come tutte le altre tipologie di integratori, non vanno intesi come sostituti di una dieta sana ed equilibrata ma servono ad incrementare l’assunzione di una determinata sostanza laddove ce ne sia bisogno.

wp_8152507

Torna in alto